CAM02699

Una borsa da mare (d’amare)

Capita, dopo quattro anni che non vai al mare, di non avere una borsa adatta da portarsi dietro. E allora che si fa? C’è chi la compra e chi, come me, se la crea. Avevo giusto della stoffa d’avanzo e, anche se non mi ero mai cimentata prima in una simile impresa, ci ho provato.

La stoffa l’ho tagliata doppia per fare la borsa più resistente e siccome, nel mio caso, c’era un disegno da rispettare, ho tagliato una parte per girare il disegno e averlo sempre dalla parte giusta. Voi, che avete la macchina da cucire, ci metterete un attimo nel confezionarla. io, povera tapina priva di questo utilissimo macchinario, ho cucito a mano e ci ho messo due giorni e mezzo in tutto.

CAM02693

CAM02695

 

 

 

 

 

 

Comunque, avevo bisogno di avere due tasche capienti quindi ne ho messa una dentro e una fuori, ovviamente chiuse con le lampo.
I manici li ho attaccati in modo da formare dei passanti e poi sono passata alle decorazioni. Avevo dei ciondoli con la rosa dei venti che mi sembravano appropriati per una borsa da mare. Li ho applicati sui manici proprio all’altezza dei passanti. Ho passato il filo su tutto il gancio del ciondolo e li ho fissati ai manici con quattro punti e un goccio di colla a caldo.

CAM02703 CAM02696

 

 

 

 

 

Ho poi riciclato un nastro di organza rossa che avevo da tempi immemori, l’ho fatto passare attraverso i passanti e ho fissato il fiocco con un paio di punti ala borsa per non farlo muovere. Infine ho applicato un ciondolo a cuore di metallo all’organza, sempre fissandolo con due punti.

CAM02701 CAM02700

Ecco pronta la borsa da mare anzi, d’amare come ha detto Andrea quando l’ha vista. E’ stata collaudata con successo domenica scorsa e si spera di replicare al più presto.

tasca esterna borsa

tasca esterna

tasca interna borsa

tasca interna